vademecumCapita spesso che molte coppie di sposi non sappiano bene come gestire il tempo che precede il matrimonio: quanto prima bisogna organizzarsi, quando bisogna scegliere la data, quali documenti per matrimonio servono.
Non esiste, ovviamente, una risposta univoca, tutto dipende dalla coppia: il tempo minimo necessario all’organizzazione di un buon ricevimento si aggira intorno ai quattro sei mesi.
È chiaro che più sarà sfarzoso e imponente il matrimonio, maggiore sarà il tempo necessario per rintracciare addobbi e accessori. L’unica data che va fissata con un anno di anticipo è quella della cerimonia, da quel momento in poi partiranno tutti i preparativi.

Per quanto riguarda i documenti per il matrimonio dovrete in primis presentarvi all’Ufficio Matrimonio di Stato Civile del Comune con i vostri documenti d’identità. In caso di impossibilità dei fidanzati di presenziare potrete mandare una terza persona che, grazie ad una delega, potrà eseguire per voi le pubblicazioni: l’importante è che abbia con sé copia dei vostri documenti d’identità. Gli incaricati comunali elaboreranno le pubblicazioni con le generalità dei promessi e il luogo delle celebrazione delle nozze. Le pubblicazioni saranno esposte per otto giorni alla Porta della Casa Comunale dei comuni di residenza di entrambi i futuri sposi. Tre giorni dopo il termine delle pubblicazioni, l’Ufficiale di Stato Civile rilascerà il “nullaosta” al matrimonio che dovrà essere celebrato entro 180 giorni dalla scadenza delle pubblicazioni, pena la decadenza di validità dei documenti.

Per il matrimonio religioso i tempi si dilatano un po’, oltre ai documenti civili e religiosi (certificato di Battesimo, certificato di Cresima, certificato di Stato Libero Ecclesiastico per coloro che hanno vissuto fuori dalla Diocesi in cui avviene il matrimonio per almeno un anno dal compimento dei 16 anni) dovrete tener conto del corso prematrimoniale.

Ottenuto il consenso da parte del parroco, le pubblicazioni religiose saranno affisse per otto giorni (incluse due domeniche) presso le parrocchie dei due fidanzati. Terminati gli otto giorni il parroco rilascerà il certificato di avvenuta pubblicazione con il quale potrete presentarvi in comune per le pratiche civili.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi